Cannella

Anche se raramente si usa in cucina, se abbiamo qualcosa nella dispensa in termini di spezie, la cannella è probabilmente una di queste.

 

La polvere calda e profumata ricavata dalla corteccia del cespuglio sempreverde tropicale non è solo gustosa in una miriade di piatti sia dolci che salati, ma ha una lunga storia di uso curativo. La medicina ayurvedica ha avuto origine in India più di 3000 anni fa.

 

Maharishi Ayurveda Products International (MAPI) osserva che la cannella viene spesso utilizzata per le ricette ayurvediche per migliorare la biodisponibilità di altre erbe combinando una deliziosa miscela di sapori dolci, pungenti e amari e per aromatizzare dolci e piatti dolci in Occidente. Nella cucina indiana, tuttavia, è più spesso usata per aromatizzare ricchi piatti di riso e verdure. (1)

 

Ci sono circa 250 specie diverse di piante sparse per l'intero pianeta. La corteccia della cannella è la fonte più frequentemente utilizzata, ma spesso vengono incorporati anche ramoscelli e foglie dell'albero.

Healthline 2 nota che ci sono due tipi principali di cannella: 

  • La cannella "vera", detta cannella di Ceylon, dal Cinnamomum verum, originaria dello Sri Lanka e dell'India meridionale. È di un colore dal marrone chiaro al marrone scuro con molti bastoncini stretti, una qualità e una consistenza altamente desiderabili, moderatamente dolce e buona per cucinare e per il dessert.

  • La varietà più comune, chiamata cassia, proviene dall'albero di Cinnamomum cassia, o Cinnamomum aromaticum, è originaria della Cina meridionale, ma ora coltivato nell'Asia orientale e meridionale. È la varietà che si trova nella maggior parte dei negozi ed è relativamente meno costosa.

La cannella Cassia ha dimostrato di contenere elevate quantità di cumarina, che può causare danni al fegato. In effetti, uno studio ha mostrato una quantità di cumarina nella cannella 63 volte maggiore rispetto alla varietà Ceylon in polvere e 18 volte superiore a quella dei bastoncini di Ceylon. Questo è un altro motivo per cui la varietà Ceylon è preferibile alla cassia, come ha osservato la CNN. (3)

Il potere impressionante della cannella

Essendo una delle spezie più studiate sul pianeta, è stato riscontrato che la cannella offre alcuni vantaggi per la salute che risuonano in tutto il corpo. Una revisione approfondita (4) nel 2014 ha elencato diverse situazioni in cui la cannella può aiutare a migliorare, citando anche l'attività antimicrobica, ad esempio contro E. coli, nei casi di : (5)

  • Diabete (6)

  • Morbo di Parkinson

  • Memoria, capacità di approfondimento (7)

  • Tumori colorettali e cervicali

  • Infiammazione (8)

  • Disturbi neurologici (9)

  • Demenza

  • Salute cardiovascolare

  • Colesterolo 

  • Carie e placca (10)

I ricercatori sottolineano che molti aspetti della qualità della cannella dipendono dal tipo di coltivazione, dall'impiego di conservati e dall'essiccazione. Possono influire sulla sua efficacia e potenza, rendendo difficile la produzione di integratori in polvere.

 

Nella ricerca, Lauri Wright, portavoce dell'Academy of Nutrition and Dietetics nota:

"Le dosi erano molto diverse tra i vari studi. Da meno di 1 grammo a livelli che potrebbero essere tossiche per gli esseri umani. La durata di assunzione delle capsule era anche molto varia. Questo è il problema di interpretazione di tutto quanto il lavoro. Anche se sono stati riscontrati risultati positivi, come si determina il corretto dosaggio con la massima sicurezza? " (11)

Ingredienti attivi che conferiscono alla cannella la sua forza

La cinnamaldeide, l'acido cinnamico e il cinnamato sono tre degli oli fondamentali contenuti in questa fragrante spezia. Oltre ad essere un antiossidante, (12) la cannella è anche utile nella lotta contro le malattie croniche.

 

Secondo uno studio: 

"Una spezia con proprietà anti-infiammatorie, antidiabetiche, antimicrobiche, antitumorali, ipolipemizzanti, contiene composti che abbassano il rischio di malattie cardiovascolari. La cannella è anche segnalata per la sua attività contro disturbi neurologici, come il morbo di Parkinson e l'Alzheimer". (13)

 

Lo stesso studio rileva ulteriori composti della cannella che rilasciano potenti effetti benefici contro le malattie:

  • eugenolo

  • borneolo

  • Ossido di cariofillene

  • cariofillene

  • Acetato di Bornyl

  • nerolidolo

  • α -cubebene

  • α -terpineolo

  • terpinolene

  • α- thujene

Per quanto riguarda le sue proprietà antiossidanti, tra le 26 spezie testate, la cannella ha mostrato il maggior potenziale di attività antiossidante. Lo studio ha osservato: "Gli antiossidanti sono stati considerati i fattori più importanti nel progresso e nell'esistenza degli esseri umani, in quanto rispondono ai radicali liberi e al danno delle malattie metaboliche e sindromi correlate all'età dell'uomo e degli animali. " (14)

 

La cannella contiene anche procianidine e catechine ed è nota per combattere i parassiti umani (nematocida), (15) resistere alle infestazioni da termiti, (16) uccidere le larve di zanzara (larvicida) di  tre diverse specie di zanzare e anche di proteggere il legno dal decadimento (proprietà antifungine), dunque utile per l'industria di produzione del legno. (17)

 

La produzione alimentare utilizza estratti di cannella utili per diminuire l'imbrunimento che si verifica su funghi, frutta e verdura quando sono esposti all'ossigeno, grazie alla sua azione di inibitore della tirosinasi, preziosa anche per la salute della pelle, per i cosmetici e per l'agricoltura. (18)

 

Guarigione tradizionale confermata da studi moderni

Molti secoli prima che emergessero gli approcci ayurvedici, come esempio della fragranza forte e piacevole, gli egiziani usavano la cannella per mascherare l'odore durante il processo di imbalsamazione, e nelle pire funerarie dei romani per coprire l'odore acre della carne bruciata. L' olio di corteccia di Cassia marrone scuro, estratto dallo stesso albero è di un odore intenso con note legnose dolci e balsamiche. E' benefico per il trattamento con la terapia del vapore di raffreddori, febbri e sintomi influenzali.

 

La corteccia di cassia in polvere aiuta a migliorare i problemi digestivi, tra cui diarrea, flatulenza e coliche. Nel corso dei secoli e fino ad oggi, la cannella è stata usata come spezia per i cibi, i profumi e in medicina.

 

Maharishi Ayurveda Products International (MAPI) nota che la cannella era tradizionalmente utile per aiutare la digestione e per lenire i problemi di stomaco. Inoltre, un certo numero di potenti polifenoli, come rutina, catechina, quercetina, kaempferolo e isoramnetina. I fitochimici che si trovano nella cannella  "possono ridurre il rischio di cancro, migliorare la salute cardiaca e alleviare le complicazioni del diabete". (19)

 

La cannella migliora la glicemia e i lipidi delle persone con diabete di tipo 2

Wright è convinto che uno dei vantaggi più evidenti del consumo di cannella sia il modo in cui la spezia aiuta a controllare il livello di zucchero nel sangue,nei diabetici e a gestire la sensibilità all'insulina. Nello stesso tempo riduce l'infiammazione.

 

In uno studio, 18 persone con diabete di tipo 2 hanno partecipato a un test di 12 settimane, nel quale metà del gruppo ha assunto 1.000 milligrammi (mg) di integratori di cannella e l'altra metà un placebo. Secondo la conclusione dello studio, tutti i soggetti del gruppo che avevano assunto la cannella presentavano una diminuzione statisticamente significativa dei livelli di zucchero nel sangue (paragonabile ai farmaci orali disponibili per il diabete), mentre il gruppo placebo ha avuto risultati meno positivi. (20)

 

La scrittrice nutrizionista Lisa Drayer ha osservato:

 

"Mi piace il fatto che la quantità di cannella che ha dimostrato benefici per glicemia e colesterolo nello studio risulti da 1 a 6 grammi, che corrisponde a mezzo cucchiaino da tè a 3 cucchiaini o un cucchiaio, quindi facile da aggiungere allo yogurt o alle ricette culinarie. " (21)

 

Per testare l'efficacia della cannella contro il diabete, Melinda Maryniuk, un dietista registrato nel comitato di pratica professionale per l'American Diabetes Association, raccomanda ai diabetici di fare un auto-test della glicemia assumendo mezzo cucchiaino di cannella al mattino per vedere se si nota qualche differenza nei livelli di zucchero nel sangue prima e dopo l'assunzione.

 

 

Occorre controllare ancora due o tre ore successivamente. Nel frattempo, però, è consigliabile il ricorso all'assistenza del proprio medico, soprattutto se si assumono contemporaneamente dei farmaci per il diabete. Potrebbe far scendere troppo gli zuccheri nel sangue". (22)

 

Gli studi rivelano il potere curativo della cannella contro il cancro

Il cancro, in particolare il cancro del colon-retto, è stato studiato da ricercatori utilizzando composti cinnamici come metodo di chemioprevenzione attraverso un percorso noto come Nrf2 / Keap1-ARE, che Science Direct descrive come in grado di prevenire "l'inizio e la progressione del cancro nei tessuti normali e premaligni". (23) Nello studio, è stato trovato che la (24) cinnamaldeyde "rappresentano un fattore alimentare chemiopreventivo sottovalutato che ha come bersaglio la carcinogenesi del colon-retto".

 

Inoltre, insieme a un estratto ottenuto dalla corteccia di Cinnamomum cassia, induce una sovra regolazione dei livelli di glutatione cellulare (il super-antiossidante) nelle cellule di cancro del colon umano. E' stato anche dimostrato che sopprime la progressione del tumore limitando l'angiogenesi,  lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni, (25) e sopprime le cellule tumorali in un contesto clinico (26).

 

In un altro studio, si è dimostrato utile come potente farmaco chemiopreventivo nel cancro cervicale per quanto riguarda il contenimento della crescita delle cellule tumorali e il miglioramento dell'apoptosi delle cellule tumorali. (27)

 

Comunque si scelga di usare la cannella, è una buona idea prendere confidenza con questa spezia e trovare nuovi modi per inserirla nella dieta, in particolare la cannella di Ceylon. Molti scienziati in modo chiaro sostengono che può offrire immensi vantaggi per la salute.

 

 

Miele e cannella

 

Sembra che i benefici dell’insieme miele-cannella esalti i benefici dell’uno e dell’altra. E’ un noto rimedio casalingo per i sintomi asmatici.

 

Si può mescolare un cucchiaino di miele con mezzo cucchiaino di cannella in polvere e prendere l'intruglio prima di andare a dormire la notte e a digiuno al mattino.

 

Non vuole essere un rimedio rapido come un farmaco, ma con dosaggi ripetuti, molti lo trovano un trattamento efficace per l'asma. 

 

Effetti collaterali.

 

La cannella di solito non provoca effetti collaterali.

 

L'uso frequente di cannella può irritare la bocca e le labbra, provocando ferite. In alcune persone, può anche causare una reazione allergica.

 

Applicato sulla pelle, in rari casi provoca arrossamenti ed irritazioni.

 

Quantitativi molto elevati di cannella cassia possono essere tossici, in particolare nelle persone con problemi di fegato.

 

Poiché la cannella può abbassare lo zucchero nel sangue, per le persone con diabete può essere necessario modificare il loro trattamento medico quando usano integratori a base di cannella.

 

Un ingrediente in alcuni tipi di cannella, la cumarina, può causare problemi al fegato.

 

E’ bene scegliere la cannella di qualità e di provenienza certa.