Antiossidanti

(Pubblicato il 22 dicembre 2016)

Gli antiossidanti sono, senza dubbio, un argomento essenziale per la salute.

Anche i medici occidentali convenzionali ora riconoscono l'importanza degli antiossidanti presenti nei cibi o assunti tramite integratori di alta qualità per mantenersi sani e giovani.

Ma sappiamo come funzionano nel nostro corpo e di quali tipi abbiamo bisogno?

Cosa sono gli antiossidanti?

Gli antiossidanti sono una classe di molecole in grado di inibire l'ossidazione di altre molecole. Nel corpo circolano naturalmente vari nutrienti con le loro proprietà antiossidanti. Vengono anche rilasciati degli enzimi antiossidanti per controllare le reazioni a catena dei radicali liberi.

 

Alcuni antiossidanti vengono prodotti dal corpo, ma altri no. La produzione di antiossidanti naturali del corpo inoltre possono declinare con l'età.

 

Gli antiossidanti svolgono un ruolo significativo per la salute in quanto possono controllare l'invecchiamento combattendo i radicali liberi. (1)

 

Come fanno gli antiossidanti a prevenire i danni dei radicali liberi? (2)

Al fine di comprendere appieno gli effetti benefici degli antiossidanti, si deve prima comprendere come si formano i radicali liberi.

 

Il biogereontologo Denham Harman è stato il primo a scoprire i radicali liberi nel 1954, mentre cercava una spiegazione per l'invecchiamento. I radicali liberi sono un tipo di metabolita altamente reattivo che viene naturalmente prodotto dal normale metabolismo e in seguito alla produzione di energia. Sono la risposta biologica naturale alle tossine ambientali come il fumo di sigaretta, la luce del sole, i prodotti chimici, le radiazioni cosmiche e artificiali e sono anche una caratteristica tipica dei farmaci.

 

Il corpo produce anche radicali liberi quando si svolge attività fisica e, nei casi di infiammazione in qualsiasi punto del corpo.

 

Alle molecole dei radicali liberi mancano uno o più elettroni e, questi elettroni mancanti, sono responsabili dell'ossidazione biologica. Le molecole incomplete attaccano in modo aggressivo altre molecole al fine di rimpiazzare le loro parti mancanti. Queste reazioni sono chiamate reazioni di "ossidazione". L'ossidazione è considerata "ruggine biologica," un effetto causato da eccessiva presenza di ossigeno nei tessuti.

 

I radicali liberi rubano elettroni dalle proteine del corpo, danneggiano il DNA e altre strutture cellulari. Possono creare un "effetto valanga" dato che le molecole si rubano a vicendevolmente l'una all'altra e ognuna diventa un nuovo radicale libero lasciando una scia di danni biologici.

 

I radicali liberi tendono ad accumularsi nelle membrane cellulari (perossidazione lipidica), il che rende i lipidi cellulari a rischio di danni ossidativi. Quando questo accade, le membrane cellulari diventano fragili e permeabili causando alla fine la morte delle cellule.

 

I radicali liberi possono danneggiare gravemente il DNA con l'interruzione della duplicazione dello stesso, interferendo con la manutenzione del DNA e alterandone la struttura. I radicali liberi sono collegati a più di 60 diverse malattie, tra cui:

  • Cancro

  • Morbo di Parkinson

  • Morbo di Alzheimer

  • Cataratta

  • Ateriosclerosi

Se il corpo non riceve una protezione adeguata, i radicali liberi possono diventare dilaganti e causare uno scarso rendimento delle cellule. Questo può portare alla degradazione dei tessuti e al rischio di malattie. È qui che gli antiossidanti entrano in azione donando degli elettroni. Essi possono rompere la reazione a catena sacrificando i propri elettroni per nutrire i radicali liberi, ma senza trasformarsi in radicali liberi essi stessi.

 

Gli antiossidanti sono il modo naturale per assicurare alle cellule un'adeguata difesa contro l'attacco di specie reattive all'ossigeno (ROS). Finché questi importanti micronutrienti sono disponibili, il corpo è in grado di resistere all'invecchiamento causato dall'esposizione quotidiana alle sostanze inquinanti.

Se non vi è un adeguato apporto di antiossidanti per combattere i radicali liberi, allora si rischia uno stress ossidativo che porta ad una accelerazione dei danni ai tessuti e agli organi.

 

Gli antiossidanti aiutano anche a rallentare il processo di invecchiamento, che può avere marcati effetti sulla salute della pelle. Altri importanti benefici degli antiossidanti includono:

  • Riparazione delle molecole danneggiate - Alcuni tipi di antiossidanti sono in grado di riparare le molecole danneggiate donando un atomo di idrogeno. Questo è molto importante quando la molecola è critica, come il DNA.

     

  • Blocco dei metalli responsabili della produzione di radicali - Alcuni antiossidanti hanno un effetto chelante - possono sequestrare i metalli tossici come il mercurio e l'arsenico che possono causare la formazione di radicali liberi. Essendo agenti chelanti solubili in acqua possono anche scortare metalli tossici fuori del corpo attraverso le urine.

     

  • Stimolare l'espressione genica e la produzione di antiossidanti endogeni - Alcuni antiossidanti possono stimolare i geni del corpo ad aumentare le difese immunitarie naturali.

     

  • Fornire un "effetto scudo" antiossidante. I flavonoidi, possono agire come uno scudo virtuale per il DNA al fine di proteggerlo dagli attacchi dei radicali liberi.

     

  • Portare le cellule tumorali a "suicidarsi". Alcuni antiossidanti sono in grado di fornire sostanze chimiche anti-cancro che arrestano la crescita del cancro e costringono alcune cellule tumorali ad autodistruggersi (apoptosi).

 

Nel suo libro “The antioxidants”, Richard A. Passwater, PhD, dice che gli esseri umani hanno una durata della vita fra le più lunghe nel regno animale, molto probabilmente a causa della ricchezza di antiossidanti della dieta onnivora. I corpi umani producono anche enzimi antiossidanti che non si trovano in altri esseri viventi.

 

Il Dr. Passwater dice: "I nostri processi antiossidanti naturali si compensano l'un l'altro coprendo carenze momentanee con la loro sovrapposizione."

 

Molte persone pensano che l'assunzione di alcuni antiossidanti con solo una o due mega dosi sia sufficiente a mantenere una salute ottimale. Ma non è così. E' invece necessario assumere una grande varietà di antiossidanti per mantenere il massimo del benessere.

 

I diversi tipi di antiossidanti (3)

La scienza degli antiossidanti risulta molto complessa e questo spesso porta a confusione tra le persone circa i tipi da assumere.

 

Quando sono classificati in base alla loro solubilità, gli antiossidanti possono essere suddivisi come solubili nei lipidi/grassi (idrofobici) o in acqua (idrofili). Entrambi questi sono necessari al corpo per proteggere le cellule dal momento che, sia l'interno delle cellule che il fluido in circolazione tra esse è composto di acqua, mentre le membrane delle cellule sono per lo più costituite da grasso.

 

Dal momento che i radicali liberi possono colpire sia il contenuto delle celle acquose che la membrana cellulare grassa, sono necessari entrambi i tipi di antiossidanti al fine di garantire la piena protezione dal danno ossidativo.

 

Gli antiossidanti liposolubili sono quelli che proteggono le membrane cellulari dalla perossidazione lipidica. Sono per lo più situate nelle membrane cellulari. Alcuni esempi di antiossidanti liposolubili sono le vitamine A ed E, i carotenoidi e l'acido lipoico.

 

Gli antiossidanti idrosolubili si trovano nei fluidi acquosi, come il sangue e i fluidi all'interno e intorno alle cellule. Alcuni esempi di antiossidanti idrosolubili sono la vitamina C, i polifenoli e il glutatione.

 

Tuttavia, la solubilità non è l'unico modo per classificare gli antiossidanti. Possono anche essere classificati come antiossidanti enzimatici e non-enzimatici.

 

Antiossidanti enzimatici sono benefici in quanto capaci di abbattere e rimuovere i radicali liberi. Essi possono scoprire sostanze ossidative pericolose e convertirle prima in perossido di idrogeno e poi in acqua. Ciò avviene attraverso un processo in più fasi che richiede un numero di cofattori metallici in tracce come lo zinco, il rame, il manganese e il ferro. Gli antiossidanti enzimatici non possono essere forniti dagli integratori ma vengono invece prodotti dal corpo.

I principali antiossidanti enzimatici prodotti dal corpo sono:

 

  • La superossido dismutasi (SOD) può trasformare il superossido in perossido di idrogeno e ossigeno con l'aiuto di rame, zinco, manganese e ferro. Si trova in quasi tutte le cellule aerobiche e nei fluidi extracellulari.

  • La catalasi (CAT) funziona convertendo il perossido di idrogeno in acqua e ossigeno in presenza dei cofattori ferro e manganese. Termina il processo di disintossicazione iniziata dal SOD.

  • Glutatione perossidasi (GSHpx) e glutatione reduttasi sono enzimi contenenti selenio che aiutano ad abbattere il perossido di idrogeno e i perossidi organici. Essi si trovano più abbondanti nel fegato.

 

Antiossidanti non enzimatici sono benefici in quanto interrompono le reazioni a catena dei radicali liberi. Alcuni esempi sono i carotenoidi, la vitamina C, la vitamina E, i polifenoli dei vegetali e il glutatione (GSH). La maggior parte degli antiossidanti presenti negli integratori e alimenti sono di natura non enzimatica e forniscono supporto per gli antiossidanti enzimatici facendo un primo lavoro di disinnesco dei radicali liberi. Questo aiuta a prevenire l'esaurimento degli antiossidanti nel corpo.

Gli antiossidanti possono essere classificati anche in termini di dimensioni molecolari:

Gli antiossidanti a molecola piccola eseguono un lavoro di rastrellamento e distruzione delle specie reattive all'ossigeno attraverso la neutralizzazione chimica.

I principali attori di questa categoria sono le vitamine C ed E, il glutatione, l'acido lipoico, i carotenoidi, e il CoQ10.

Gli antiossidanti a molecola grande tendono ad essere gli enzimi che agiscono come "proteine sacrificali"  assorbendo i ROS e impediscono loro di attaccare le proteine essenziali. Un esempio di queste proteine sacrificali è l'albumina che protegge gli enzimi cruciali e il DNA.

 

Non è meraviglioso come la natura ci ha dotato di diverse difese con la perfetta combinazione per coprire quasi ogni possibile contingenza biologica?

 

 

Gli antiossidanti che non dovrebbero mancare nella dieta

Come già detto, è fondamentale non limitarsi solo a uno o due tipi di antiossidanti. E' necessaria una vasta gamma di antiossidanti per raggiungere benefici ottimali.

 

Alcuni antiossidanti possono essere prodotti dal corpo, in particolare:

 

Il glutatione - Conosciuto come il più potente antiossidante del nostro corpo, il glutatione è un tripeptide che trova in ogni singola cellula del corpo. Si chiama "maestro antiossidante" perché è intracellulare e ha la capacità unica di massimizzare le prestazioni di tutti gli altri antiossidanti, tra cui la vitamina C, E, CoQ10 e l'acido alfa-lipoico.

 

La funzione primaria del glutatione è quella di proteggere le cellule e i mitocondri dai danni ossidativi e perossidativi. E' anche essenziale per la disintossicazione, l'utilizzo di energia, e la prevenzione delle malattie associate all'invecchiamento. Il glutatione elimina anche le tossine dalle cellule e le protegge dagli effetti dannosi delle radiazioni, delle sostanze chimiche e inquinanti ambientali.

 

La capacità del corpo di produrre glutatione diminuisce con l'invecchiamento ma ci sono sostanze nutritive che possono favorire la produzione di glutatione, come le proteine di alta qualità del siero di latte, la curcumina, i latticini crudi, le uova, la carne da animali nutriti con erba. (4)

 

Acido alfa-lipoico (ALA) - A parte le sue capacità nel combattere i liberi radicali, questo potente antiossidante è anche un:

  • Grande modificatore dell'espressione genica per ridurre l'infiammazione

  • Un potente chelante dei metalli pesanti

  • Miglioratore della sensibilità all'insulina

ALA è l'unico antiossidante che può essere facilmente trasportato nel cervello e che offre numerosi vantaggi per le persone con malattie mentali, come il morbo di Alzheimer. L'ALA può anche rigenerare altri antiossidanti, come le vitamine C ed E e il glutatione. Questo significa che se il corpo ha utilizzato questi antiossidanti, l'ALA può aiutare a rigenerarli. (5)

 

CoQ10 (Ubiquinone) - Utilizzato da ogni cellula del corpo, il CoQ10 viene convertito nella sua forma ridotta, chiamata ubiquinolo, per massimizzarne i benefici. Il CoQ10 è stato oggetto di migliaia di studi. Oltre a offrire una protezione naturale contro i radicali liberi:

  • Aiuta a produrre più energia nelle cellule

  • Fornisce un supporto per la salute cardiaca, per il sistema immunitario e il sistema nervoso

  • Aiuta a ridurre i segni del normale invecchiamento

  • Aiuta a mantenere i livelli di pressione del sangue entro valori di normalità (6)

Le persone con meno di 25 anni, sono in grado di convertire facilmente il CoQ10 in ubiquinolo. Tuttavia, con l'avanzare dell'età, il corpo ha sempre più difficoltà a convertire il CoQ10 ossidato in ubiquinolo.

Ci sono antiossidanti che non possono essere prodotti all'interno del nostro corpo e devono essere ricavati da alimenti ricchi di antiossidanti o da potenti integratori antiossidanti. Questi sono:

Resveratrolo – Si trova in alcuni frutti come l'uva, gli ortaggi, il cacao e il vino rosso, ed è un antiossidante in grado di attraversare la barriera emato-encefalica per la protezione del cervello e del sistema nervoso. (7)

Il resveratrolo ha dimostrato di essere così efficace da scongiurare le malattie legate all'invecchiamento. Per questo è stato soprannominato la "fontana della giovinezza".

Oltre a fornire la protezione contro i radicali liberi, questo antiossidante, può aiutare a:

  • Inibire la diffusione del cancro, in particolare del cancro alla prostata

  • Abbassare la pressione sanguigna

  • Mantenere il cuore sano e migliorare l'elasticità dei vasi sanguigni

  • Normalizzare la risposta anti-infiammatoria

  • Prevenire la malattia di Alzheimer (8)

I carotenoidi: sono una classe di pigmenti presenti in natura con potenti proprietà antiossidanti. Essi sono i composti che danno ai cibi i loro colori vivaci. Ci sono più di 700 carotenoidi presenti in natura e ognuno di noi probabilmente ha almeno 10 tipi diversi di questi composti che circolano nel corpo attraverso il flusso sanguigno. (9) I carotenoidi possono essere classificati in due gruppi:

  1. Caroteni che non contengono atomi di ossigeno. Alcuni esempi sono il licopene (trovato nei pomodori rossi) e il beta-carotene (che si trova nelle carote di color arancio). Quest'utimo viene convertito dal corpo in vitamina A.

  2. Xantofille contengono atomi di ossigeno e includono la luteina, la cantaxantina (l'oro nei finferli), la zeaxantina e l'astaxantina. La Zeaxantina è il carotenoide più comune che esiste in natura e si trova nei peperoni, nei kiwi, nel mais, nell'uva, nella zucca e nelle arance. (10)

Astaxantina - Anche se è tecnicamente un carotenoide, questo antiossidante merita una menzione speciale per il suo grande valore nutrizionale. L'astaxantina è un carotenoide marino prodotto dalle microalghe Haematococcus pluvialis quando il loro approvvigionamento di acqua si esaurisce proprio per proteggere se stesse dalle radiazioni ultraviolette. (11)

L'astaxantina è il più potente carotenoide in termini di eliminazione dei radicali liberi. È 65 volte più potente della vitamina C, 54 volte più potente di beta-carotene e 14 volte più potente della vitamina E.

Come il resveratrolo, può attraversare la barriera emato-encefalica, e la barriera emato-retinica, cosa che il beta-carotene e il licopene non possono fare.

L'astaxantina è anche più efficace di altri carotenoidi contro un particolare tipo di ossidazione causata dalla luce solare e vari materiali organici. L'astaxantina è 550 volte più potente della vitamina E e 11 volte più potente del beta-carotene nella neutralizzazione questo tipo di ossidazione. (12)

 

L'astaxantina è un antiossidante con benefici di ampia portata, come ad esempio:

  • Sostenere la funzione immunitaria

  • Migliorare la salute cardiovascolare, riduce le proteine C reattive (CRP), i trigliceridi e aumenta il colesterolo HDL benefico

  • Proteggere gli occhi dalla cataratta, dalla degenerazione maculare e dalla cecità

  • Proteggere il cervello dalla demenza e dall'Alzheimer

  • Ridurre il rischio di diversi tipi di cancro

  • Promuovere il recupero del midollo spinale e altre lesioni del sistema nervoso centrale

  • Ridurre l'infiammazione dovuta a qualsiasi causa, tra cui l'artrite e l'asma

  • Migliorare la resistenza, le prestazioni fisiche e di recupero

  • Alleviare l'indigestione e il reflusso

  • Aiutare a stabilizzare la glicemia proteggendo in tal modo i reni

  • Aumentare il numero di spermatozoi e migliorare la fertilità

  • Aiutare a prevenire le scottature e proteggere dai dannosi effetti delle radiazioni

  • Ridurre il danno ossidativo al DNA

  • Ridurre i sintomi di malattie, come la pancreatite, la sclerosi multipla, la sindrome del tunnel carpale, l'artrite reumatoide, il morbo di Lou Gehrig, la malattia di Parkinson e le malattie neurodegenerative

Vitamina C - E' il più conosciuto degli antiossidanti tradizionali ed ha una vasta gamma di sorprendenti benefici per la salute. Come antiossidante, la vitamina C può aiutare:

  • Come funzione anti-ossidante essendo uno dei principali donatori di elettroni

  • Mantenere il flusso di elettroni ottimale nelle cellule

  • Proteggere proteine, lipidi e altri elementi molecolari vitali nel corpo

La vitamina C è anche essenziale per la sintesi del collagene che è una importante componente strutturale delle ossa, dei vasi sanguigni, dei tendini e dei legamenti.

 

È possibile assumere la vitamina C da verdure e frutta biologica in primo luogo, ma si può anche assumere come supplemento o somministrata per via endovenosa . Qualche perplessità nasce per l'uso di integratori tradizionali di vitamina C nel mercato in quanto sembrano non essere biodisponibili come promettono. Quando si prende un supplemento di vitamina C, optare per uno prodotto con la tecnologia liposomiale, che rende il nutriente più assorbibile da parte delle cellule.

 

Vitamina E – La Vitamina E naturale è costituita da una famiglia di otto diversi composti: quattro tocoferoli e quattro tocotrienoli. È possibile assumere i composti della vitamina E con una dieta equilibrata costituita da cibi sani. Tuttavia, se si assume un integratore di vitamina E sintetico occorre sapere che si assume solo uno degli otto composti.

 

I migliori alimenti ricchi di antiossidanti che dovrebbero essere presenti nella dieta?

 

Quando si tratta di sostanze nutritive la fonte primaria dovrebbe essere una dieta appropriata, non gli integratori. Se si sceglie una dieta equilibrata di alta qualità senza prodotti trasformati, con alimenti biologici crudi, soprattutto frutta e verdura, il corpo potrà disporre di tutte le sostanze nutritive essenziali e antiossidanti che gli servono per raggiungere o mantenere una salute ottimale.

 

Fra i migliori antiossidanti si possono elencare:

 

Ortaggi biologici freschi. La maggior parte delle verdure, soprattutto quelle a foglia verde, sono ricche di potenti sostanze fitochimiche, che agiscono come antiossidanti. I composti fitochimici possono ridurre l'infiammazione ed eliminare diverse sostanze cancerogene.

Tuttavia, per massimizzare gli antiossidanti si devono mangiare le verdure crude, nello stato più vicino possibile a come sono state raccolte. Le spremute consentono di assorbire tutte le sostanze nutritive delle verdure e sono una delle più sane bevande antiossidanti che è possibile aggiungere alla propria dieta.

Si può anche mangiare la polpa anziché buttarla via.

 

I germogli sono anche potenti fonti di antiossidanti, di sostanze minerali, di vitamine ed enzimi che assicurano una salute ottimale. Sono particolarmente indicati i germogli di piselli e di girasole in quanto forniscono le proteine di più alta qualità.

 

Frutta. Bacche fresche come mirtilli, more, e lamponi sono i migliori frutti antiossidanti che si possono consumare in quanto contengono sostanze fitochimiche potenti che inibiscono direttamente il legame di alcuni agenti cancerogeni. Le bacche sono anche grandi fonti di antiossidanti come la vitamina C, i caroteni e i carotenoidi, così come nutrienti come zinco, potassio, ferro, calcio, e magnesio. (13)

Tuttavia, la frutta va consumata senza eccessi, in quanto contiene fruttosio che, in quantità elevate, può essere dannoso per la salute.

 

Noci. Noci pecan, noci, nocciole sono ottimi alimenti antiossidanti che possono aumentare la salute cardiaca e la salute in generale. Scegliere prodotti biologici e consumarli crudi, non irradiati o pastorizzati. Attenzione alle arachidi in quanto sono di solito cariche di pesticidi e possono essere contaminate da una sostanza cancerogena chiamata aflatossina prodotta da alcuni tipi di muffe. (14)

 

Erbe e spezie. Oltre ad essere una fonte abbondante di antiossidanti, possono contenere potenziali sostanze anti-cancro. Erbe e spezie si differenziano principalmente per il fatto che le erbe di solito provengono dalle foglie della pianta, mentre le spezie provengono dalla corteccia, dal fusto e dai semi. Entrambi sono stati usati per migliaia di anni per insaporire i cibi e curare le malattie. (15)

Fra le migliori troviamo i chiodi di garofano, la cannella, l'origano, la curcuma, lo zenzero e l'aglio. Idealmente, si dovrebbe optare solo per le erbe aromatiche e spezie fresche, in quanto sono più sane e hanno livelli di antiossidanti più elevati rispetto ai prodotti trasformati, in polvere. Ad esempio, l'attività antiossidante dell'aglio fresco è 1,5 volte superiore all'aglio secco in polvere.

 

Tè verde biologico. Questa bevanda ricca di antiossidanti contiene l'epigallocatechina-3-gallato (EGCG). La catechina è un polifenolo considerato fra i più potenti antiossidanti conosciuti oggi. L'EGCG aiuta ad abbassare il rischio di infarto e ictus, del glaucoma, del colesterolo elevato e molto altro ancora. Gli studi hanno anche scoperto che può migliorare le prestazioni fisiche, aumentare l'ossidazione dei grassi e aiutare a prevenire l'obesità per il suo effetto regolatore sul metabolismo dei grassi.

Tuttavia,è bene sapere che non tutti i tè verdi sono ugualmente salutari. Alcune marche di tè verde elaborato possono contenere poco o niente EGCG. Alcune bustine di tè sono anche contaminate con fluoro o contengono materie plastiche pericolose che possono percolare nel tè durante l'infusione.

 

Per bere tè verde di alta qualità, è consigliabile acquistare solo quello biologico, sfuso in foglia da una fonte affidabile.

 

Supplementi antiossidanti

In generale non è consigliabile far ricorso a molti integratori in quanto non possono sostituire le sostanze nutritive benefiche che si possono trovare negli alimenti biologici integrali. I supplementi dovrebbero essere utilizzati solo per integrare la dieta e non per sostituirla completamente.

 

Tuttavia, a causa dello stile di vita frenetico di oggi, molte persone trascurano l'importanza di consumare esclusivamente alimenti biologici. Non si ha più il tempo per cucinare e preparare i pasti salutari e, in tal modo. si va incontro a carenze di nutrienti essenziali, tra cui gli antiossidanti.

 

In questo caso, prendere un supplemento antiossidante di alta qualità può essere una scelta opportuna. Alcune fra le raccomandazioni affidabili sono:

  • Astaxantina con ALA

  • Olio di krill

  • Bacche di acai

  • Vitamina E

  • Vitamina C liposomiale

  • CoQ10/Ubiquinolo

Comunque, si ricorda che il sovraccarico di antiossidanti, in particolare da integratori, può avere effetti negativi sulla salute. Con l'assunzione degli integratori antiossidanti, si può facilmente arrivare ad una overdose per cui bisogna sempre tener presente l'espressione di buonsenso: non troppi, ma nemmeno troppo pochi. (16)

 

 

I cambiamenti dello stile di vita per massimizzare l'apporto di antiossidanti

 

Una dieta ricca di antiossidanti non funzionerà a nostro vantaggio se non viene abbinata ad uno stile di vita sano. Ci sono abitudini di vita malsane che possono promuovere la formazione di radicali liberi. E' bene pertanto mettere un freno alle cattive abitudini ed è fondamentale per evitare che i radicali liberi salgano a livelli pericolosi, con il rischio di infiammazione e di aprire la strada a molte malattie.

 

Oltre ad una dieta sana, di seguito si elencano alcuni consigli sullo stile di vita:

 

Ridurre o meglio eliminare dalla dieta il consumo di zuccheri (soprattutto il fruttosio) e i cereali raffinati. Secondo il dottor Robert Lustig, professore di pediatria della Divisione di Endocrinologia presso l'Università della California, San Francisco, “il fruttosio subisce la reazione di Maillard con le proteine portando alla formazione di radicali superossido. Questi dannosi radicali liberi possono causare l'infiammazione epatica simile a quella causata dall'alcol.

Meno zucchero e cereali raffinati (che si trasformano in zucchero nel corpo) nella dieta fa diminuire lo stress ossidativo. Inoltre, gli antiossidanti presenti nel corpo lavoreranno meglio e dureranno più a lungo. E' anche sconsigliabile di non consumare alimenti trasformati, in particolare ricchi di sodio, in quanto questi alimenti di solito contengono elevate quantità di fruttosio e di cloruro di sodio.

 

Esercizio fisico. L'esercizio fisico può fare aumentare la produzione di antiossidanti nel corpo, ma in modo paradossale in quanto si crea un potente stress ossidativo. Tuttavia, se lo si fa correttamente e con moderazione, può contribuire a migliorare la capacità del corpo di produrre antiossidanti. Questo è il motivo per cui è consigliabile fare brevi sequenze di esercizi ad alta intensità per raggiungere il massimo della forma, invece di esercizi cardio prolungati come la maratona, che determina uno stress eccessivo a carico del cuore.

 

Gestire lo stress. Lo stress può esacerbare l'infiammazione e la scarsa funzione immunitaria causata dalla formazione di radicali liberi. Gli studi hanno trovato legami significativi tra lo stress emotivo e psicologico acuto e/o cronico e numerosi problemi di salute. Anche i Centers for Disease Control (CDC) riconoscono questo legame e sostengono che l'85 per cento di tutte le malattie ha origine da uno stato emotivo. (17)

Per gestire lo stress in modo efficace, si consiglia di utilizzare gli strumenti di psicologia energetica, come l' Emotional Freedom Technique (EFT). Con l'EFT che è una forma di agopuntura psicologica - ma senza gli aghi - è possibile correggere il corto circuito emotivo che contribuisce allo stress cronico.

 

Evitare di fumare. Il fumo porta alla formazione di radicali liberi nel corpo, che accelerano il processo di invecchiamento. Anche il fumo passivo può influenzare la salute danneggiando i microcapillari della pelle. Ciò limita la capacità di assorbire i nutrienti e porta alla formazione di grinze nella pelle accelerando i sintomi dell'invecchiamento. (18) Il fumo contribuisce anche alla patobiologia di varie malattie, la più nota delle quali è il cancro del polmone. (19)

 

Dormire a sufficienza. Il sonno di alta qualità è uno dei capisaldi della buona salute, e la scienza ha ora stabilito che un deficit di sonno può avere gravi effetti di vasta portata sulla salute. Da sei a otto ore di sonno per notte sembra essere la quantità ottimale per la maggior parte degli adulti. Se, troppo o troppo poco, può avere effetti negativi sul benessere personale. (20)

 

Per i problemi di sonno, vedere: http://www.nutrizionenaturale.org/il-sonno-%C3%A8-terapeutico/

 

Contatto con la terra. Chiamato anche "messa a terra", ha un effetto antiossidante potente che aiuta ad alleviare l'infiammazione. C'è un flusso costante di energia tra il nostro corpo e la terra. Il nostro corpo ha una maggiore carica negativa. Camminare a piedi nudi sulla terra aiuta ad assorbire grandi quantità di elettroni negativi attraverso la pianta dei piedi.

Il modo migliore per raggiungere gli effetti positivi nel proprio stile di vita è quello di praticare gli esercizi fisici a piedi nudi all'aperto, come ad esempio in spiaggia o in giardino. E 'una dei più belli, poco costosi, e potenti modi per migliorare la propria salute.