Il mal di testa

Da cosa deriva? Come si combatte?


Un mal di testa, come una febbre o mani e piedi freddi sono uno dei tanti modi con cui il nostro corpo ci fa sapere che c'è qualcosa di sbagliato in noi e nelle nostre abitudini.

Immaginiamo per un momento che il nostro corpo sia una casa con un rilevatore di fumo. Al segnale di fumo scatta un allarme dandoci la possibilità di fare qualcosa prima di essere inghiottiti in un vero e proprio incendio.

Rimuovere le batterie da un rilevatore di fumo, per evitare l'allarme quando ciò che si cucina inizia a bruciare è come prendere un antidolorifico per il mal di testa. E' come mettere un cerotto per il mal di testa e non risolvere la causa del problema. Nel tempo, la situazione potrebbe peggiorare e così il mal di testa.


In Italia le persone che soffrono di mal di testa sono circa 12 milioni. 


Nei paesi avanzati e nelle zone industrializzate la cefalea ha una frequenza intorno al 50%, fino ad un massimo di oltre il 70%. Si parla qui di cefalea senza sottilizzare sul grado di severità. 


Le cause del mal di testa


Sono molte quelle che possono indurre il mal di testa e ci sono molte teorie, a volte anche in contrasto, che spiegano l'insorgenza del disturbo:


Cambiamenti nel cervello del livello di serotonina. Quando il livello di questo ormone scende oltre il limite, i vasi sanguigni, compresi quelli del cervello diventano gonfi e infiammati, e possono indurre l'emicrania.


Costrizione vascolare nel cervello, con la costrizione iniziale dei vasi sanguigni e, una conseguente diminuzione del flusso sanguigno seguita da dilatazione e allungamento dei vasi sanguigni, vengono attivati i neuroni segnalatori del dolore.


Eccessivo aumento del flusso sanguigno nel cervello In diretto contrasto con la teoria precedente. Altre ricerche hanno scoperto che l'emicrania non è preceduta da costrizione e riduzione del flusso ematico, ma piuttosto da un aumento di quasi il 300 per cento. Tuttavia, la circolazione sanguigna appare normale, o anche leggermente ridotta, una volta che l'attacco è in pieno svolgimento.  


Un disturbo neurologico correlato all'attività delle cellule nervose che spaziano in tutto il cervello, come origine del dolore. In questo caso, si ritiene che un'onda di neurotrasmettitori rilasciata in tutta la corteccia può stimolare direttamente i nervi del trigemino, scatenando la reazione a catena che termina con la trasmissione dei segnali di dolore.


Un disturbo del sistema nervoso originario del tronco cerebrale 

 

Il tronco cerebrale è il centro di controllo e vigilanza della percezione della luce, del rumore e dell'odore, del flusso ematico cerebrale, della funzione cardiovascolare e della sensibilità al dolore - molti, se non la maggior parte dei quali fanno parte dei sintomi di un attacco di emicrania. 

 

La ricerca ha rivelato che tre gruppi di cellule staminali nel cervello sono attive durante e dopo l'emicrania. Secondo questa ipotesi, l'attività anomala in quelle cellule potrebbe indurre la sensazione di dolore anche quando non ci sono segnali di dolore provenienti dalla membrana del cervello o dai vasi sanguigni.


Il mal di testa può essere il risultato di uno stress dovuto a condizioni chimico ambientali, a fonte emotiva o fisica o qualsiasi loro combinazione.

 

Ad esempio, il mal di testa può essere dovuto a fluttuazioni ormonali e le eventuali modifiche possono essere controllate con un test della saliva.


Una carenza di ossigeno o di sangue alla testa, che può essere causato dallo scarso allineamento vertebrale, potrebbe essere un altro motivo e, una visita da un chiropratico che abbia una formazione specifica in Kinesiologia Applicata e terapia cranio-sacrale, potrebbe portare a una soluzione del mal di testa.


Una causa molto comune per i mal di testa sono gli occhi stanchi. "Esercitare" i muscoli degli occhi stringendo le palpebre ben chiuse per alcuni secondi, o facendo qualche rapido, morbido lampeggiamento ogni tanto aiuterà a rilassarvi - ha sottolineato Jacob Liberman - OD, Ph.D. autore di "Take Off Your Glasses And See ".

 

Un check-up annuale con l'oculista sarebbe anche una cosa saggia da fare.


Alcune delle possibilità che dovremmo esplorare:


  • Quando arriva il mal di testa?

  • E' occasionale o si verifica sempre in periodi regolari durante il giorno o la notte?

  • I muscoli della mascella potrebbero essere la causa del mal di testa?

  • Il mangiare certi cibi come cioccolato, vino rosso, agrumi, o il glutammato monosodico (MSG) provoca o peggiora il mal di testa?

 

Individuare il luogo, il carattere e la durata del mal di testa potrebbe offrire una certa comprensione degli organi o di un'emozione che ne possono essere la causa.


Per verificare se i muscoli della mascella sono coinvolti, mettere il dito mignolo all'interno di ciascun orecchio e aprire e chiudere la bocca lentamente. Poi, osservare o sentire se la mascella (che termina con l'orecchio) si apre e si chiude contemporaneamente, senza alcun ticchettio.


Alcuni dei più comuni fattori che possono determinare il mal di testa:


  • Cibo e bevande: Molte persone sono soggette a emicranie quando mangiano certi cibi, specialmente grano, latte (pastorizzato soprattutto), zucchero, conservanti o additivi chimici. Salumi o trasformati, alcool, aspartame, caffeina, e MSG sono cause comuni del mal di testa.

  • Allergie: comprese le allergie alimentari e intolleranze alimentari, e di sensibilità chimica.

  • Disidratazione

  • Cambiamenti nel ciclo del sonno: sia la carenza di sonno che il dormire troppo può scatenare l'emicrania.

  • Stress: Qualsiasi tipo di trauma emotivo può scatenare l'emicrania, anche dopo che lo stress è passato.

  • Lo sforzo fisico: l'esercizio estremamente intenso o anche il sesso è stato è stato accertato che possono causare il mal di testa

  • Ormoni: basso livello di serotonina.

  • Stimoli esterni: luci luminose, luci fluorescenti, rumori e odori forti (anche piacevoli) possono scatenare l'emicrania.

  • Cambiamenti climatici, cambiamenti stagionali, e variazioni di altitudine.


Alcuni rimedi al mal di testa


 

Il massaggio miofasciale combinato con la terapia della polarità potrebbe essere in grado di rilassare i muscoli in tensione.

 

E ' una buona idea far controllare dal dentista il "morso" e, nel contempo assicurarsi che non vi siano otturazioni con amalgama (mercurio).


Occorrerebbe anche considerare che nel nostro corpo potrebbe esserci un ambiente acido e che ciò potrebbe giocare un ruolo enorme sul modo in cui ci sentiamo.

 

Mangiare vegetali a foglia verde o cibi che producono ceneri basiche può aiutare a mantenere la corretta alcalinità all'interno del nostro corpo.


E 'anche utile conoscere il ph della saliva e delle urine.


In un recente studio, la vitamina B6, B12 e l'acido folico sono stati riscontrati benefici per ottenere una riduzione dell'emicrania. Studi precedenti, come uno studio del 2004 riportato dall' European Journal of Neurology, hanno anche riferito che alte dosi di B2 (riboflavina) possono aiutare a prevenire gli attacchi di emicrania.


Proprio l'anno scorso, dei ricercatori hanno presentato i risultati di uno studio relazionale al Meeting Annuale della Società Americana Mal di testa, dimostrando che quasi il 42 per cento dei pazienti con emicrania cronica sono stati trovati carenti di vitamina D .

 

Lo studio ha anche dimostrato che chi ha più a lungo sofferto di emicrania cronica , più è probabile che sia carente di vitamina D.


Il dolore può essere uno dei nostri alleati più forti se lo si utilizza come strumento per trovare ciò che veramente vi è alla base del problema.


Così come ci sono numerose teorie sulla meccanica effettiva del dolore emicranico, vi è un ampio numero di potenziali fattori scatenanti – e, la cosa che scatena l'emicrania in una persona, non è detto che debba scatenarla in altre.

 

Quindi, piuttosto che semplicemente deglutire alcune vitamine del gruppo B è meglio prendere in considerazione una strategia più globale.

 

 

Il Dr. Cox, un medico del lavoro, afferma che molte persone che utilizzano telefoni cellulari sono soggette a sintomi che possono includere vertigini, disorientamento, nausea, mal di testa e confusione transitoria.

 

Questi sintomi possono essere dovuti alla stimolazione unilaterale della parte del sistema nervoso che assiste l'equilibrio e la coordinazione.


La cosa migliore da fare è limitare l'utilizzo del cellulare a momenti di emergenza. Se per ragioni di lavoro non è possibile farne a meno, usare un auricolare e tenere il telefono lontano dalla testa il più possibile.


Daniel R. Condron, autore di "Guarigione Permanente" suggerisce che il mal di testa o l'emicrania potrebbero essere causati dal fatto che il malato si sente sotto pressione da fattori che sembrano fuori dal suo controllo.


Il dottor Earl Mindell autore di numerosi nutrizionali alle erbe, consiglia una tazza di tè alla menta o Partenio per scongiurare mal di testa.


Comprimendo la parte della mano tra il pollice e il dito indice con il pollice e l'indice dell'altra mano si porta immediato sollievo al mal di testa.

 

E' una manovra di digitopressione antica. Assicurarsi di premere il muscolo e non solo la pelle. Questo creerà un po' di disagio, ma detto punto di pressione è ritenuto capace di alleviare il dolore in altre parti del corpo, soprattutto alla testa e alla schiena. (vedi foto)

 

 

Un altro modo per scongiurare un mal di testa in arrivo è quello di premere il solco sottonasale, (l'area rientrata tra la parte inferiore del naso e il labbro superiore), con la nocca del dito indice, delicatamente e fermarsi quando si sente un senso di calore, sudorazione, viscosità il che significa che si è "riavviato" il flusso di energia nel corpo.(per localizzare la zona vedi foto).

 

 

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per il mal di testa è stato dimostrato, attraverso appropriati studi, che può essere curato efficacemente con l'agopuntura.

 

 

Fare lenti, esercizi di respirazione profonda può aiutare a liberare l'emozione, la condizione fisica, o la resistenza associata a qualche mal di testa dovuto a tensione.

 

Una tecnica che in un'alta percentuale di casi porta alla rimozione di blocchi emozionali, ad un benefico rilassamento e al superamento di stati di paura e fobia, è l' EFT (Emotional Fridom Technique) Vedi il sito: http://www.eft-italia.it/accesso-video-e-documento-gratuito/

 

Ricordare che l'equilibrio, il mantenimento e il ripristino dell'armonia del corpo, della mente e dello spirito deve essere l'obiettivo principale e che ogni iniziativa deve essere prima valutata con il proprio medico specialista.