I funghi

(Pubblicato il 14 settembre 2016)

I funghi sono buoni, salutari e spesso vengono usati in medicina. Quasi ogni civiltà antica di tutto il mondo li ha utilizzati per le loro proprietà curative per migliaia di anni e gli antichi Egizi li chiamavano la pianta dell'immortalità.

 

Ma non possiamo immaginare quanto i funghi commestibili siano potenti per la guarigione delle persone e per il pianeta.

I funghi hanno una gamma di benefici straordinari per la salute degli esseri umani.

 

Essi rappresentano, uno degli alimenti più salutari del pianeta e si stima che il 50% di quelli commestibili sono considerati alimenti funzionali, il che significa che hanno un effetto potenzialmente positivo sulla salute al di là dei valori nutrizionali di base.

 

Innumerevoli studi scientifici hanno trovato che una vasta varietà di funghi può essere utile nella prevenzione e nel trattamento di gravi patologie oltre a contribuire al miglioramento generale della salute. In realtà, la ricerca ha identificato più di 200 malattie che possono beneficiare del consumo di funghi e più di 100 diversi effetti benefici per il corpo. Per questo spesso vengono usati in medicina.

 

Farmaci come la penicillina, la streptomicina e la tetraciclina sono tutti derivati da estratti di funghi.

 

Il valore nutritivo dei funghi

I funghi hanno alti valori nutrizionali, sono a basso contenuto di calorie e grandi fonti di fibre e proteine (adatti per le diete a vegetariane).

 

Essi forniscono anche molte sostanze nutritive importanti, tra cui vitamine del gruppo B, selenio, potassio, rame, e (soprattutto se esposti al sole) vitamina D.

 

Anche se comunemente sono di color bianco, contengono la maggior

concentrazione di antiossidanti al pari della frutta e alla verdura più colorata.

 

Rafforzare il sistema immunitario con i funghi

Le ricerche confermano che mangiare funghi può apportare notevoli vantaggi immunostimolanti. Uno studio clinico condotto presso il Dipartimento di Scienze degli Alimenti e Nutrizione Umana dell’università della Florida ha scoperto che mangiare funghi shiitake su base quotidiana migliora il sistema immunitario in modo superiore a quello ottenibile con l’impiego dei farmaci attualmente disponibili.

 

I comuni funghi champignon, così come altri tipi di funghi, possono avere anche un efficace potere anti-infiammatorio.

 

Secondo uno studio del 2012 pubblicato su Nutrition, i funghi alimentari possono anche aiutare a prevenire le infezioni delle vie respiratorie. Inoltre, secondo un altro studio pubblicato sulla rivista Nature nel 2015, possono essere in grado di migliorare la microflora intestinale, il che potrebbe contribuire a combattere l'obesità.

 

Diminuire di peso con i funghi

I funghi hanno un alto valore nutritivo con poche calorie e pochi grassi. Essi contengono anche due tipi di fibre alimentari, i beta-glucani e la chitina che aumentano il senso di sazietà e riducono l'appetito.

 

In uno studio, i ricercatori hanno nutrito le persone con meno carne e, in sostituzione, più funghi. Dopo appena un anno, le persone erano più sane, avevano ridotto in modo consistente il loro peso, di conseguenza avevano meno propensione al diabete, alla ipertensione arteriosa e agli alti valori di colesterolo.

 

I funghi contro il cancro

I funghi sono noti per il loro apparente potere anti-cancro. Essi contengono una classe di proteine chiamate lectine in grado di legarsi alle cellule anomale e alle cellule tumorali segnandole per la distruzione da parte del sistema immunitario.

 

Secondo un articolo pubblicato nel 2016 su Molecules: “Numerosi studi hanno dimostrato che i funghi aiutano a combattere il cancro al seno, il carcinoma epatocellulare, il cancro della cervice uterina, il tumore al pancreas, il cancro gastrico e la leucemia acuta. Diversi tipi di composti antitumorali sono stati identificati in varie specie di funghi.

 

Il cancro al seno è il secondo tumore più comune tra le donne, così molti lavori di ricerca sono stati condotti sulle attività che i funghi esercitano contro questo tipo di cancro. In uno straordinario studio su 2.000 donne condotto da ricercatori della University of Western Australia a Perth, le donne che hanno consumato almeno 10 g di funghi freschi ogni giorno hanno riportato ben il 64% in meno di probabilità di sviluppare il cancro al seno.

 

I funghi e la salute del nostro pianeta

I funghi non sono solo un bene per le persone ma anche un bene per il nostro pianeta. Come sostiene il micologo di fama mondiale Paul Stamets, i funghi possono potenzialmente risolvere alcuni dei problemi più urgenti e gravi del pianeta Terra.

 

Egli spiega che essi possono:

  • Ripulire il petrolio che si riversa in tutto il mondo

  • Assorbire l'inquinamento degli allevamenti

  • Combattere il vaiolo e il virus dell’influenza

  • Combattere gli insetti

  • Creare ambienti più fertili per le aziende agricole e le nuove foreste

  • Rappresentare una fonte di combustibile sostenibile per il futuro

 

Un'altra cosa affascinante dei funghi è che sono parte del sistema di riciclaggio della natura. Se non esistessero i funghi, non ci sarebbero le piante perché i miceli dei funghi disgregano le rocce e producono materia organica fornendo la struttura di base per le piante.

 

Alcuni esempi di funghi commestibili

 

 

I più diffusi sono i funghi champignon o prataioli (Agaricus bisporus) I funghi champignon, appartengono alla famiglia delle Agaricaceae. Sono i funghi maggiormente apprezzati e commercializzati al mondo, si trovano facilmente in vendita nei supermercati e negli ipermercati ed il loro prezzo non è affatto elevato.

 

I funghi champignon sono di colore bianco e, a volte sul cappello presentano delle squame di colore più scuro. Non sono funghi di grandi dimensioni, il diametro del loro cappello può raggiungere un massimo di 10/12 centimetri. Le lamelle sono all’inizio di color rosa pallido per poi diventare marrone scuro man mano che il fungo invecchia.

 

Gli champignon hanno un gusto delicato, sono nutrienti ed allo stesso tempo facili da digerire. E' anche grazie a queste proprietà che sono uno dei funghi più coltivati al mondo e disponibili tutto l’anno per l'acquisto. Contengono il 92 % di acqua, il 2,3 % di proteine, lo 0,4 % di grassi, l’1,7 % di zuccheri, lo 0,6 % di fibra alimentare e l’1 % di ceneri. I minerali: magnesio, fosforo, potassio, ferro, calcio, rame, zinco, sodio, manganese e selenio. Le vitamine: vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B12, vitamina D, vitamina E. Gli aminoacidi: acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

 

La parola champignon in francese significa fungo, la scelta di questo nome si deve al fatto che la loro coltivazione a livello industriale iniziò appunto in Francia. È risaputo che i funghi, per natura, tendono ad assorbire i metalli pesanti e gli agenti inquinanti presenti nel terreno che li ospita.

 

Gli champignon, essendo coltivati, grazie ai rigorosi controlli a cui sono sottoposti, sono esenti da agenti inquinanti e risultano quindi un alimento sicuro per il consumatore.In cucina gli champignon sono estremamente versatili e si prestano ad essere consumati nei modi più svariati ed accompagnati a molti altri cibi.

 

Si possono gustare crudi in insalata con olio, sale e limone oppure saltati in padella da soli o con altre verdure (100 grammi apportano appena 20 calorie).

 

I più diffusi sono i I funghi champignon possiedono alcune proprietà salutari molto rilevanti, tra cui la capacità di abbassare i livelli di colesterolo cattivo, di agire come chemiopreventivo su molti tumori, in particolare quello alla prostata e alla mammella. Hanno un’azione detossificante sull’organismo e rallentano l’evoluzione dell’insufficienza renale.

Shiitake (Lentinula edodes)

Dopo lo champignon, lo shiitake è il fungo culinario più usato al mondo.Dal sapore molto gradevole, possiedono notevoli proprietà medicinali. I giapponesi li usano contro i virus influenzali, poichè i Shiitaki hanno notevoli proprietà immunoterapeutiche.

 

I funghi Shiitake sono perfetti bolliti oppure tenuti a bagno nell’acqua e poi saltati o cotti per una zuppa. Contengono un certo numero di sostanze salutari, tra cui il Lentinan, un polisaccaride che è stato isolato e utilizzato per il trattamento contro il cancro dello stomaco, grazie alle sue proprietà antitumorali.

 

Ha anche la capacità di proteggere il fegato, (1) e alleviare altri disturbi di stomaco (iperacidità, calcoli biliari, ulcere), anemia, ascite e versamento pleurico. Uno dei più noti studi scientifici che dimostrano l’effetto antitumorale dello shiitake è giapponese ed è stato condotto su animali, (2) dove i topi affetti da sarcoma sono stati trattati con estratto di shiitake. Sei dei 10 topi hanno avuto la completa regressione del tumore e, con concentrazioni leggermente superiori, tutti e dieci i topi hanno riportato la completa scomparsa del tumore.

 

I funghi Shiitaki sono commercializzati allo stato secco, molto diffusi in Cina e in Giappone, ma oggi si possono acquistare in quasi tutti i negozi di cibi naturali. I funghi Shiitake dimostrano anche attività antivirale (compreso l'HIV, l'epatite, e il raffreddore comune), antibatterica ed effetti antifungini, aiutano la stabilizzazione dello zucchero nel sangue, riducono l'aggregazione piastrinica e l’atherosclerosi. (3) Contengono anche eritadenina, che ha forti proprietà anti-colesterolo (4).

Coriolus versicolor: (Trametes versicolor): i due complessi di polisaccaridi , il PSK e il PSP, in esso contenuti sono stati oggetto di una grande attenzione scientifica che lo rendono il più ampiamente studiato su larga scala di tutti i funghi medicinali.

Uno studio clinico di sette anni, pubblicato nel 2011, ha rilevato che il micelio del Coriolus versicolor rafforza la funzione immunitaria quando somministrato ogni giorno alle donne colpite da cancro al seno nella fase I-III. La risposta immunitaria si è rilevata dose-dipendente, senza effetti negativi. Il PSP ha dimostrato di migliorare in modo significativo nei pazienti lo stato immunitario dal 70 al 97 per cento.(5)

 

E’ anche utilizzato per il trattamento di diverse infezioni, tra cui l’Aspergillus niger, la Candida albicans, l’ E. coli, l’HIV, l'Herpes, e lo Streptococcus della polmonite, ed è inoltre epatoprotettivo. Può anche essere utile per combattere la stanchezza cronica.

Agaricus Blazei: 

Himematsutake, non era coltivato in Oriente fino a poco tempo fa, ma ora è una medicina naturale molto popolare, utilizzato da quasi un milione e mezzo di giapponesi.

 

L'Himematsutake sta attirando l’attenzione di molti scienziati in tutto il mondo a causa delle sue notevoli proprietà (6) antitumorali grazie a sei polisaccaridi speciali. Come molti altri funghi medicinali, questo fungo può anche proteggere dagli effetti dannosi delle radiazioni della chemioterapia.

 

Ma i suoi benefici non si fermano qui - può anche contribuire a ridurre la resistenza all'insulina nei diabetici, normalizzare il colesterolo, migliorare i capelli e la pelle, e anche essere utilizzato per il trattamento della poliomielite.

Precauzioni: Cibi puri significa persone sane

A causa della composizione e delle proprietà di alcuni funghi, ci sono pericoli che i consumatori dovrebbero conoscere. Il concetto di cibi puri vale anche per i funghi a causa del nostro ambiente attuale. Di particolare interesse sono i metalli pesanti e le radiazioni. Il cibo e la contaminazione delle acque da metalli pesanti è un problema importante. Il terreno e l'aria inquinati influenzano direttamente il cibo, l’acqua e il nostro corpo.

Alcuni funghi assorbono una elevata quantità di metalli pesanti per cui sono ottimi disintossicanti ambientali. Tuttavia, per l'uso commestibile, questi stessi funghi, dovrebbero essere coltivati in un ambiente non inquinato per evitare che si carichino di tossine. Alcuni funghi sono noti per la loro capacità di accumulare particelle radioattive. E’ bene scegliere supplementi a base di funghi ottenuti in ambienti non contaminati e controllati.

Una nota finale sulla sicurezza che non può mancare: ci sono molte specie di funghi che sono altamente tossici per gli esseri umani. Si raccomanda vivamente che i funghi selvatici raccolti per il consumo siano ben controllati da professionisti o enti appositi.

Per i supplementi a base di funghi si debbono scegliere quelli preparati da produttori professionali, ben informati e qualificati, ottenuti con metodi rigorosi di estrazione e produzione.